domenica 24 novembre 2013

24.11.2013 e come si usa scrivere in questi casi ...



Una manifestazione podistica a fine novembre ha come incognita principale il tempo che può esprimersi nei modi più diversi. Dopo due anni di sereno e asciutto questo novembre ci ha riservato tanta pioggia non sufficiente però a rovinarci la festa.
E festa è stata! 23a Ossonainsieme con 1450 cartellini venduti, tanti gruppi presenti e tanti commenti positivi che ci gratificano del grande lavoro svolto in queste settimane e soprattutto negli ultimi giorni.
I percorsi erano più adatti a un cross che a una tapasciata ma alla fine il fango sui polpacci diventa motivo di orgoglio e quasi nessuno si è lamentato e neppure perso.
Hanno funzionato il buono polenta, che ha disciplinato sia l'accesso che "la dose personale", e il deposito borse visto che non abbiamo avuto segnalazioni di furti sulle auto e ne siamo felici.
Il comitato FIASP MI-MB ci ha messo a disposizione un arsenale informatico per far fronte all'ondata di iscrizioni del mattino e anche questo servizio ha garantito tempi abbastanza rapidi nei momenti di punta e una contabilità consuntiva immediata.
Abbraccio Onlus ci ha supportato coinvolgendo oltre 100 podisti a formare il gruppo più grande mai visto a Ossona oltre a gestire il ristoro sui 18k e a fornire materiale per le premiazioni dei gruppi.
Il parco di Villa Bosi è stato per l'ennesima volta la location ideale per questa festa, il prossimo anno cambierà l'Amministrazione comunale, il posto fa gola a molti, chissà ...

Qualche considerazione personale.
Quando siamo società ospitante tutti i soci sono chiamati a contribuire e chi è
disponibile lo fa con convinzione e cognizione perchè essendo ospiti di altri gruppi quasi ogni domenica sappiamo bene quali sono le esigenze dei podisti.
Quindi dopo il grazie a chi ci ha fatto visita, un grazie immenso va ai baracchini che si sono prestati ai servizi, a chi ha dato una mano solo oggi o solo ieri o sempre: ogni persona è un mattone che rafforza la "baracca".
Poi ci sono i pilastri, che come nelle case non si vedono e spesso non sappiamo dove sono ma per fortuna ci sono e svolgono il ruolo più importante e a loro va un elogio particolare.
Un grazie alle nostre baracchine, tante, eclettiche, capaci, sono un punto di forza che fa la differenza e ci consente di alzare il livello qualitativo (ed estetico ...) delle nostre corse.
Un grazie a chi non è socio ma è come lo fosse perchè quando serve c'è e si butta nella mischia senza indugio.
Un grazie agli abbraccini Simona, Betty, Giorgio & C., persone semplici con un cuore gigante, che ci hanno supportato con iscrizioni, ristoro e omaggi per le premiazioni. E uno anche ai Podisti da Marte per il loro innato e coinvolgente entusiasmo.
Un grazie ai cuochi che hanno deliziato il palato dei convenuti con una polenta e salsiccia davvero squisita, a Lanfranco e Roberto della Pro Loco sempre pronti a risolvere ogni nostra esigenza tecnica.
Un grazie alla Protezione Civile, presente in forze a presidiare i punti più pericolosi del percorso, e al Comandante-runner Pianura che funge da camomilla quando sorgono problemi in fase di impostazione.
Un grazie a Paolo Carnevali e Silvia Zoia perchè è delizioso lavorare con loro apprezzando ogni volta la competenza e la pacatezza nel fronteggiare le situazioni di emergenza.
Un grazie ad Antonio Capasso (e a Valentino) per le foto e soprattutto per aver partecipato attivamente come podista, come accadde la prima volta che venne a Ossona nel luglio 2007 ...
Domani sarà giorno di consuntivi, non solo economici. Sento il bisogno di una pausa, di uscire dalla full immersion in cui mi trovo ormai da tempo, di scaricare o condividere responsabilità che diventano ogni anno più gravose:
questa grandiosa fredda mattinata novembrina piena di calore umano mi confonde ulteriormente i pensieri ... 

Mike 





10 commenti:

  1. Bravo Michele e complimenti a tutti e questa volta sono riuscito a mangiare anche la polenta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Andò, sbagliando si impara!

      Elimina
  2. Ultima corsa prima della sosta sciistica.. Non si poteva mancare :-)complimenti x tutto

    RispondiElimina
  3. Complimenti Michele a te e a tutti i tuoi collaboratori !
    Tutto ha funzionato alla perfezione e il fango sul percorso è stato un buon allenamento per la stagione dei cross :-)
    Giorgio (U.S. Sangiorgese)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giorgio,
      e se spostassimo qui il Campaccio? ;-)
      Ciao!

      Elimina
  4. ..come quella pubblicità che dice:
    "Se fai qualcosa per il mondo,
    il mondo se ne accorge!!!"!!! ;-)

    RispondiElimina
  5. Noi "baracchini" ringraziamo Michele per la totale dedizione a questa corsa e a tutto il resto e gli chiediamo di riflettere, ancora una volta, sui prossimi eventi...si potrebbe decentrare ancora di più alcune mansioni, fare una stagione soft e divertente... comunque Michele sa che ogni suo desiderio per me ( per noi ) è un ordine. Complimenti a tutti per domenica, un motore veramente a punto! angelo.

    RispondiElimina
  6. Siete grandi, grandi, grandi
    come voi siete grandi solamente voi!!! riprendendo una frase della famosa canzone di MINA!
    Non faccio molte corse podistiche, ma la vostra è un "must". Non deve mancare nel curriculum di ciascun sportivo. Una corsa di "qualità" sotto ogni profilo, percorso, pacco gara, ristoro e un azzeccatissimo deposito borse.
    Ora posso dedicarmi alla stagione sciistica e pallavolistica con soddisfazione. Dai ragazzi avanti cosi'!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma mia che complimenti!
      Siamo contenti ti sia piaciuto, mandare a casa gente soddisfatta è uno dei nostri target. Grazie!

      Elimina